un impiegato in favela

Posts Tagged ‘lookman’

Quindici centimentri dopo

In Lookman, l'uomo che guarda on 22 aprile 2017 at 13:01

Di Lookman, Di Un impiegato in favela

Ti scrivo da Amman, in Giordania, mi premeva di girarti un messaggio di Monica di Mammadù Italia Onlus, giunto dopo dieci mesi di lotta (e giochi e sorrisi) in Italia,  quasi quattro anni di lotta in Sierra Leone. Ci sentiremo ancora e meglio tra pochi giorni.

lookman aprile 2017

“Cari amici, Leggi il seguito di questo post »

Odio il freddo

In Lookman, l'uomo che guarda on 8 gennaio 2017 at 15:49

Di Lookman, Di Un impiegato in favela

Lookman in Italia: odio il freddo!

Mh mh. Sto imparando a scrivere le lettere! Sì sì. L! Questa è la elle. Il mio nome comincia con L. A è difficile ma ho imparato a scrivere anche quella, mh mh. So scrivere in inglese e in italiano. Poche parole ancora ma buone, per esempio: L A T T E, buonissime! Ho imparato anche i numeri, alcuni, non tutti. Per esempio, in ascensore (l’ascensore serve per salire senza fare le scale e per guardarsi allo specchio e non posso prenderlo da solo, proprio no, mh), in ascensore ci sono 0, 1 e 2. Poi con i numeri si misura il tempo che passa e il tempo che fa. Per esempio, adesso l’orologio indica le 10? Vuol dire che è  mattino, mh mh. Ci sono ancora 2 ore prima che mi lasciano mangiare il pasto BIG, quello col latte, il semolino e la carne liquida, mh mh. 2 non è tanto, posso aspettare. Il tempo che fa è altra cosa. Quando sono arrivato in Italia non era così, era come in Sierra Leone: Leggi il seguito di questo post »

Ultimo racconto di favela e auguri!

In Ad Antonio Spirito, Finestra sulla favela Rocinha, Finestra sulla Nigeria (del nord), Finestra sulla Sierra Leone Il ritorno, Il libro della Finestra on 31 dicembre 2016 at 15:30

Di Un impiegato in favela

ultimo racconto dell'anno finestra tra sierra leone, favela rocinha e nigeria

Mi chiamo Suliman Kamara, ho gli occhi lucidi, le guance e il panciotto gonfi, la camiciola beige e i pantaloncini con le vele colorate, mi portò via l’ebola due anni fa. Ciao Suliman, sono un ex consulente informatico, ora cooperante, ti accompagnai io con le mie braccia per quel tuo ultimo viaggio, e mentre ti accompagnavo ti promisi che avrei raccontato di te mille volte e mille volte ancora. Sono Fatmata, faccio la suya: è così che chiamiamo in Nigeria gli spiedini di carne di manzo, le vedi quelle vacche dalle costole sporgenti e le corna che si stagliano verso il cielo sfocato dalla sabbia? Quelle finiranno qui, prima o poi. Se la sono spassata mentre c’era Boko Haram in città eh?! Se la sono spassata perché io non c’ero, avevo dovuto sospendere l’attività per fuggire: qui bruciava tutto. Adesso Boko Haram si è spostata verso nord ed io sono di ritorno, che tutte le vacche siano avvertite! Sono Ibrahim, sono un ex-insegnante di scuola, ora insegno a questi bambini nel campo profughi dove ci ritroviamo, ma è fatto di capanne montate alla meglio nel fango, ci vorrebbero acqua pulita e pane per questi qua… e a noi va ancora bene! dove stavamo prima non c’era niente da mangiare e a fiorire erano le sepolture. Ehi mané! Sono Thiago, ti ricordi di me?! Mi hai un po’ Leggi il seguito di questo post »

USA bene le tue emozioni

In Finestra sulla Sierra Leone Il ritorno on 9 novembre 2016 at 15:40

Da Finestra sulla Sierra Leone Il ritorno, di Un impiegato in favela

Converti le tue frustrazioni per le elezioni USA sostenendo le cure per Lookman! I want you!

Lookman bimbo sierraleonese a Milano

Ecco la storia di Lookman e come aiutarlo -> Leggi il seguito di questo post »

Mh mh. Passi a trovarmi?

In Finestra sulla Sierra Leone Il ritorno on 6 ottobre 2016 at 17:58

Da Finestra sulla Sierra Leone Il ritorno, di Un impiegato in favela

Lookman, dalla Sierra Leone a Milano

Sierra Leone? Guerra civile? Bambini soldato? Ebola? Soda Caustica? E dopo tutto questo piena vitalità e un sorriso travolgente.

Passa a trovarmi dal vivo, vieni a conoscere me, la mia storia, un pezzo di storia del Paese da dove vengo, la Sierra Leone. Martedì 11 ottobre abbiamo la rara occasione di vedere avvicinarsi due mondi di solito distanti. Partecipiamo, condividiamo. Tanki tanki mh mh!

Questa è la mia storia: L’uomo che guarda.

Qui ci  trovi tutti gli ultimi aggiornamenti: Lookman: aggiornamenti, una richiesta e un invito

Se vuoi contribuire alla mia guarigione, puoi farlo passando a trovarmi martedì sera, ma se proprio vuoi farlo adesso, ecco come: Leggi il seguito di questo post »