un impiegato in favela

Posts Tagged ‘matrimonio’

L’amore ai tempi dell’ebola

In Finestra sulla Sierra Leone Il ritorno on 30 giugno 2015 at 10:35

Da Finestra sulla Sierra Leone Il ritorno, di Un impiegato in favela

“Anche per questo ci siamo sposati, per finire una cosa brutta con una cosa bella”.

“Attorno a me vedo solo amore”.

L'amore ai tempi dell'ebola

Non saprei che cosa scrivere del matrimonio di Sara e Giovanni. Ancora una volta, seguendo il consiglio del grande Hem, cercherò una frase semplice e sincera. Mi limiterò a ricordare qualche momento di loro due.

La prima volta che vidi Sara fu ai tempi dell’ebola. Era notte e dopo un lungo viaggio Leggi il seguito di questo post »

Il matrimonio di Aminata e Amadu

In Finestra sulla Sierra Leone Il ritorno on 3 Mag 2015 at 16:48

Il matrimonio di Aminata e Amadu

La mia canzone preferita è quella che fa: “Showers of blessings, showers of blessings we need, mercy drops round a falling, but for the showers we plead”. La canto molto bene.

Oggi ho indossato il vestito da sposa, ma non mi sono sposata io perché sono ancora piccola. Oggi per me era solo per finta. Ci sono bambine che si sposano da piccole per davvero, ma non sarò io: non sarò una piccola sposa, ma solo quella che fa la parte della sposa da piccola. Ho il vestito da sposa, di fianco a me siede un bambino che fa la parte del marito da piccolo, indosso l’abito bianco della mia misura, un abito bianco per una bambina. È un ruolo molto importante, e anche se è un po’ noioso stare seduti qui tutto il tempo, io lo faccio lo stesso. Tanto ci sarà la musica e si ballerà, e poi è solo per un giorno, e poi è per un giorno importante: la zia Aminata e lo zio Amadu si sposano. Così ho potuto indossare un abito da sposa bianco, bellissimo: così belli non ne ho mai indossati. Altri bambini hanno indossato abiti viola, ma il mio era più bello: era bianco come quello della sposa. I grandi invece si sono vestiti con abiti dai disegni tutti intrecciati, rotondi e divertenti; viola e bianchi se erano Leggi il seguito di questo post »